Il primo mese

Allattamento: i 7 superpoteri delle neomamme

Allattamento: ma voi lo sapevate che tutte le mamme che hanno da poco partorito hanno dei superpoteri? Sia nel caso in cui stiate allattando al seno, sia nel caso in cui diate da mangiare al pupo con il biberon, vi sarete sicuramente accorte che dai primissimi istanti di vita della creatura avrete iniziato a sviluppare delle capacità a cui non avresti mai pensato.

Pensavate che il parto vi avesse trasformato in eroine? Ebbene, non avete ancora visto nulla. L’allattamento, infatti, vi permetterà di affinare alcune capacità che avevate visto solo alla lontana durante la gravidanza. Vedrete come in questi mesi i vostri superpoteri aumenteranno di giorno in giorno.

1. Pazienza infinita

Il primo dei superpoteri che acquisisce una nuova mamma durante il periodo dell’allattamento è la pazienza infinita. Pensavate di aver raggiunto lo zen quando avevate gestito con imperturbabile aplomb la suocera mentre vi forniva una serie di consigli non richiesti sulla gravidanza? Ecco, quello era niente a confronto.

Ci sarà sempre nella tua giornata di neomamma, infatti, quel momento in cui guarderesti il tuo bebè con occhi di amore infinito e gli diresti “Guarda che è la stessa cosa di due ore fa, giuro! Non è cambiato nulla rispetto a prima! Stessa spiaggia, stesso mare! Stai fermo un attimooooooo!”.

2. Multitasking

Una donna che si appresta con l’allattamento avrà sicuramente sviluppato delle elevate capacità di multitasking. Avete sempre pensato che passare l’aspirapolvere mentre vi pettinate per uscire fosse un grande traguardo? Beh, allora non avete ancora visto nulla.

Come tutte le donne che allattano, infatti, vi troverete in situazioni paradossali degne dei migliori acrobati del Cirque du Soleil. Ed è così che, di necessità virtù, imparerete anche a fare la cacca mentre il vostro pupo è attaccato al seno (d’altronde, vorrai mica staccarlo, vista la fatica che ha fatto ad attaccarsi!). O a truccarvi mentre tenete in braccio il bebè mentre tenete fermo il biberon con il mento.

3. Piedi prensili

Questo è uno dei superpoteri dell’allattamento che preferisco. Già durante le 40 settimane di gravidanza, infatti, avrete sicuramente imparato ad un utilizzare i piedi per avvicinarvi magari il telecomando finito in un angolo del divano perché facevate fatica a muovervi a causa del pancione.

Ma volete mettere quando avete raggiunto la posizione ideale con il bimbo che mangia tranquillo quando vi rendete conto che il vostro cellulare è scarico? Piuttosto che rischiare di staccarlo dal cibo e che parta in un pianto disperato, allora, cosa ci può essere di meglio di un piede prensile che vi aiuti a recuperare il cavetto del carica batteria? E’ in uno di questi momenti che ringrazierete Madre Natura di avervi fatto derivare dalla scimmia.

4. Contorsionismo

Dite la verità: mentre avevate il pancione vi sentivate delle star quando riuscivate ad infilarvi i calzini senza chiedere l’aiuto di qualcuno, vero? E pure quando riuscivate a raccogliere il mazzo di chiavi caduto per terra senza il paranco che vi aiutasse a rialzarvi. E, probabilmente, anche quando avete tentato di depilarvi le gambe con il rasoio prima di andare in ospedale a partorire (perché so che lo avete fatto).

Niente, però, potrà essere messo a confronto di quando avrete il vostro bambino con voi. Già, perché se pensavate che quelle cose fossero difficili da fare, immaginate a rifarle con un bebè in mano. Soprattutto mentre gli state dando da mangiare. E sì, molto probabilmente vi sentirete delle pessime madri se, mentre state allattando, vi starete vestendo per andare al lavoro. Come nei migliori spettacoli di contorsionismo della scuola di Moira Orfei. Ma state tranquille che, in fondo, ci stiamo passando tutte. E chi dice il contrario mente.

5. Shopping compulsivo online

L’allattamento molte volte è anche sinonimo di dedicarsi a dare da mangiare al vostro piccolino in diversi momenti della giornata. E della notte. E, soprattutto quando vi dovrete svegliare in quell’arco di tempo che va da mezzanotte alle cinque del mattino, se siete degli esseri umani (e non dei robot) avrete bisogno con tutta probabilità di un aiuto per rimanere sveglie senza dovervi tenere gli occhi aperti con gli stuzzicadenti. E vi immaginate se in certi momenti non avessimo con noi i telefoni cellulari?

E’ così che dal momento in cui iniziate ad allattare con tutta probabilità vi riempirete lo smartphone con decine di app sullo shopping online. Voi non lo sapete ancora, ma non avete idea della quantità di collezioni di abbigliamento moda donna e bambino riuscirete a spulciare durante la poppata. Se poi commettete l’errore di entrare nei siti dedicati alla prima infanzia sarà l’inizio della fine: dai biberon anti colica alle collane per l’allattamento, dalle offerte per i pannolini ai vestitini, ogni articolo vi sembrerà così indispensabile per il bimbo che prima di accorgervene avrete fatto fuori l’ultimo stipendio.

6. Narcolessia

Per quanto possa essere a dir poco meraviglioso, l’arrivo di un bambino porta con sé anche delle enormi modifiche in quella che è la nostra quotidianità. A partire dal ciclo del sonno. Sì lo so che nelle ultime settimane di gravidanza dormire bene era diventata utopia. E per fortuna. Vi immaginereste come sarebbe stato, altrimenti, passare dalle canoniche 8 ore di sonno filato ad altrettante ma intervallate da pause di risveglio?

Il ciclo di sonno del pupo, infatti, scandirà il vostro. E se è vero che il neonato ha di solito bisogno di mangiare ogni 2 o 3 ore, è pur vero che il vostro sonno non durerà più a lungo di questo lasco di tempo. Però non devi avere paura, mia cara neomamma. Questo è il momento in cui la vostra narcolessia uscirà prepotentemente e vi ritroverete a dormire con il bimbo in braccio in qualsiasi angolo della casa. Se vvi capiterà di addormentarvi sedute a tavola con la forchetta ancora in mano, non vi preoccupate: siete in ottima compagnia!

7. Superequilibrio

Ultimo superpotere che le nuove mamme acquisiscono con l’allattamento (ma non per questo meno importante), è il superequilibrio. Dopo i primi giorni di panico perché non sapete come prendere in braccio la creatura e avete paura che gli si stacchi un braccio solo guardandolo, inizierete a prendere bene le misure con il pargolo.

E’ così che vi ritroverete a tenerlo in braccio da parte mentre lo state allattando mentre con l’altro state cercando di stendere una delle ennesime lavatrici con i suoi vestitini. O state cercando di lavare i piatti. O anche più semplicemente di prendervi un bicchiere di acqua.

 

Questi sono solo alcuni dei superpoteri che le neomamme scoprono di avere durante l’allattamento. E a voi com’è andata? Vi ci ritrovate su almeno uno di questi o ne avete scoperto qualcun altro? Raccontaci la tua esperienza nello spazio sotto dedicato ai commenti!

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.