La mia gravidanza

Le 20 cose che ho imparato sulla gravidanza (e a cui nessuno mi aveva preparato)

Quello di cui vorrei parlarvi oggi sono le 20 cose che ho imparato sulla gravidanza e a cui nessuno mi aveva preparato. Eh, già! Perché, soprattutto nel caso in cui siamo alle prese con il primo figlio, non ci sarà nessuno che potrà spiegarci cosa succederà e come li vivremo finché non saremo noi stesse a scoprire di essere incinta. E, comunque, anche se qualcuno vi ha raccontato la sua esperienza, ricordate bene che questa è la vostra avventura, e per ognuna di noi è diversa dalle altre.

La maternità è un periodo all’insegna del cambiamento: sin dal momento in cui si scopre di essere le protagoniste del lieto evento, sembra di essere travolte da un turbinio di emozioni, una più contrastante dell’altra che mandano completamente nel pallone anche la più zen di noi.

Quelli di seguito, comunque, sono i punti che accomunano la maggior parte di noi.

1. Puoi avere paura di tutto in qualsiasi momento

Una delle emozioni più costanti sin dai primissimi momenti della scoperta di essere incinta è la paura: quella di non riuscire a superare il primo trimestre, quella di scoprire che c’è qualcosa che non va ad ogni visita medica, quella di fare qualcosa che potrebbe far star male il vostro bambino, quella di prendere delle decisioni sbagliate. L’apprensione e l’ansia faranno parte della vita di tutti i giorni, esattamente come respirare. Mettiamocela via.

2. Non esiste un manuale che ti spieghi cosa fare

Le donne partoriscono da decine di migliaia di anni e sono stati scritti centinaia di manuali sulla gravidanza e altrettanti sul parto. Per non parlare poi di quelli che trattano di puericultura. Eppure, se li mettete uno a fianco all’altro, scoprirete che si contraddicono tra loro. E tu sei lì che rimani a chiederti “E quindi? Cosa devo fare?”.

Tra le cose che ho imparato sulla gravidanza c’è, quindi, la capacità di iniziare a prendere spunto da consigli e suggerimenti ma di scegliere poi sempre in base a ciò che in quel momento ritengo sia più opportuno fare. Alla fine siamo noi le mamme e le uniche a sapere cosa è meglio per noi e per il fagiolino.

3. Ci saranno giorni in cui ti senti uno schifo e altre una gnocca da paura

Gli ormoni, che meraviglia. Durante le 40 settimane di attesa, esisteranno dei momenti in cui sentirsi uno straccio è un eufemismo. La tua giornata potrebbe iniziare con te che ti senti in ottima forma e sprizzante di energia per poi, da un momento all’altro, essere travolte dalla stanchezza, al punto da dormire tutto il giorno. E poi ci saranno dei giorni in cui ti sentirai una gnocca da paura, anche con il pancione. Meglio di quando avevi appena finito di tirarti come una fionda prima di andare in discoteca a vent’anni.

4. Sentirai la mancanza di avere di nuovo il tuo corpo solo per te

Sin dalle prime settimane, avrai la percezione che il tuo corpo non ti appartenga più. Sei stata abituata per una vita a vivere con te stessa e ad imparare quando fermarti, quando spingere anche se sei stanca e come gestire le tue capacità. Ebbene, dal momento in cui il fagiolino è dento di te, è lui che deciderà per te e non puoi opporti.

5. Saranno poche le persone che ti aiuteranno

Da quando abbiamo scoprirai di essere incinta, saranno in molti ad offrirti il loro aiuto, ma in pochi quelli che te lo daranno realmente. E per aiuto intendo chi ti sarà di sostegno nei momenti più giù, quando sarai travolta dalle preoccupazioni o andrai nel panico per i primi crampetti perché non capirai se sentirli è un bene o un male.

6. Se ti senti stanca, riposati

Questa è una delle cose che ho imparato sulla gravidanza e con cui ho dovuto fare i conti sin dalle prime settimane: sebbene fossi sempre stata abituata ad essere una sorta di Wonder Woman, una volta incinta ho iniziato a dedicare interamente i miei superpoteri a quel fagiolino che cresceva dentro di me.

Sentirsi stanche, quindi, è del tutto normale. Prima si accetta questa condizione e prima si potrà iniziare a convivere con questo nuovo cambiamento che stravolge la vita, sia fisicamente che psicologicamente.

7. Il tuo compagno farà da “sfogatoio” per tutti i 9 mesi

Se qualcuno avesse provato a spiegarmi quanto sarebbe stato difficile abituarsi a questa nuova condizione, non ci avrei mai creduto. Tante paure, altrettante emozioni e, perché no, anche ansie. Ma per vivere questi 9 mesi al meglio, è utile avere un ottimo dialogo con il proprio compagno, che diventerà un vero e proprio sfogatoio con cui condividere sia i momenti belli che quelli brutti (ed è giusto che ci siano entrambi: a distanza di tempo ci riderete su).

Tra le cose che ho imparato sulla gravidanza c’è proprio questa. Per quanto possa sembrarti un consiglio banale, non hai idea di quanto possa essere importanti parlare sempre con la vostra dolce metà: è l’unico al mondo che sta capendo per davvero cosa state provando.

8. Fatti aiutare

Sì, lo so che noi superdonne non siamo abituate a chiedere un aiuto, ma è importante iniziare a cambiare il nostro modus operandi. Ci saranno giorni in cui la stanchezza non ti farà alzare un dito, anche se vorresti fare le pulizie di primavera. Un piccolo aiuto, vi potrà davvero salvare la vita, fosse anche semplicemente il buttare le immondizie o avviare una lavatrice. Non negatelo a priori.

9. Il tuo corpo cambierà tutti i giorni, il tuo umore molto più spesso

La gravidanza è il periodo del cambiamento: con il passare delle settimane inizierete a vedere allargarsi il bacino, aumentare la pancia e gonfiarsi il seno. E in tutto ciò il vostro umore vi farà sentire prima felici, poi tristi, poi arrabbiate, poi innamorate, poi ansiose e, infine, malinconiche. Il tutto in 5 minuti.

10. Tante emozioni tutte insieme

Avete presente tutte le emozioni che si possono provare in una giornata intensa e movimentata? Ebbene, preparatevi a sentirle tutte insieme. Essere incinta, infatti, vuol dire anche vivere in un’esplosione di emozioni diverse tra loro e tutte nello stesso momento. E se questa cosa vi scombussola un po’, non vi preoccupate: siamo tutte nella stessa barca.

11. La precedenza nelle file è pura utopia

Avete presente quando dicono che le donne incinta hanno la precedenza nelle file al supermercato, in farmacia o in posta? Ebbene, niente di più falso: durante le 40 settimane di gravidanza saranno moltissime le persone che faranno finta di non vedervi pur di non perdere 2 minuti in più in attesa. E il 99% della mancata empatia arriverà proprio da altre donne.

Una delle prime cose che ho imparato sulla gravidanza è che tutti saranno in grado di farti la morale sull’importanza della famiglia tradizionale; la maggior parte di questi bravi oratori sarà la stessa che non si preoccuperà di lasciarti un posto a sedere nel tram, anche se deve scendere alla fermata successiva.

12. La tua espressione del viso diventerà più dolce

Saranno i chili in più, sarà la sensazione di gioia al pensiero di far nascere una nuova vita, la tua espressione del viso diventerà molto più morbida. Il vantaggio? Se anche rischiate di passare una nottata in bianco a causa di nausee ed acidità di stomaco, avrete comunque un’espressione luminosa e dolcissima.

13. Fino al giorno del parto, non ti renderai conto di quello che sta succedendo

Mancano solo tre settimane alla mia data presunta del parto e ci sono dei giorni in cui ancora non mi rendo conto di essere incinta. Ci sono momenti durante la giornata in cui addirittura me ne dimentico. Se poi, come nel nostro caso, si tratta del primo, vivrete tutta la gravidanza in questa sorta di bolla in cui non avete la minima idea di quello che sta accadendo e di cosa vi aspetterà.

14. Inizierai a piangere per qualsiasi cosa

Le scariche ormonali inizieranno a farsi sentire sin dal secondo trimestre. E voi non sarete assolutamente preparate a questo. Vi ritroverete a piangere guardando un cucciolo di cane, un albero, la pubblicità del dentifricio, la scatola delle vitamine, etc… Senza preavviso. Così. E ti sentirai un po’ bipolare. Ma sarà del tutto normale.

15. Vivrai con perenne apprensione su tutto

Diventare mamma significa anche questo: preoccuparsi per il tuo piccolo prima che di te. E’ così che inizierai a vivere con un po’ di apprensione anche le situazioni che prima non vi avrebbero mai tenuto in pensiero. Da cosa mangiare in gravidanza a cosa bere, a stare vicino a qualcuno che sta fumando una sigaretta ad eliminare completamente l’abitudine dell’aperitivo (o, meglio, il consumo di vino, birra e superalcolici).

16. Tutti diranno la loro su qualsiasi cosa

Hai presente l’idea che il figlio è tuo e le decisioni le prendi tu? Ecco, preparati a sentirti giudicata per qualsiasi cosa: da come ti vesti a cosa mangi, tutti saranno pronti a dirti il loro parere (ovviamente non richiesto). Una delle cose che ho imparato sulla gravidanza è che devi imparare fin dall’inizio a farti scivolare addosso commenti e critiche, altrimenti rischi di farti venire il fegato marcio ogni tre per due.

17. Le tue priorità cambiano

Stavi programmando le ferie in Messico? Avevi organizzato un addio al nubilato con le tue amiche a base di spritz e spogliarello maschile? Stavi pensando a come spendere la quattordicesima durante i saldi estivi? Ebbene, le tue priorità cambieranno sin da quando comparirà quella famosa doppia linea rosa.

E’ così che le vacanze inizierai a pensare di farle in una località vicino a casa, farai compagnia alle serate alcoliche delle amiche con un succo di frutta (e rientrerai alle 22 a casa perché già dalle 21 starai dormendo nei divenenti del locale) e lo stipendio lo spenderai tutto in vestitini e cose per il fagiolino, in perfetto stile da sindrome del nido.

18. Ti dimenticherai cosa significa una nottata di sonno

Quando avvisi le persone del lieto evento, le battute si sprecano. Tra le frasi più comuni dette ad una donna incinta c’è anche quella che, una volta nato il bimbo, non dormirete più. Beh, non credete che sarà tanto diverso prima.

Fino al momento del parto, infatti, tra nausee, contrazioni di Braxton Hicks, acidità di stomaco, reflusso gastroesofageo e stimolo ad andare in bagno a fare la pipì, ti dimenticherai di cosa significa fare una nottata di sonno completa. Ma la cosa bella è che avrai gli ormoni talmente tanto in subbuglio che riuscirai a recuperare con lo stesso sprint e la stessa velocità di quando avevi vent’anni e facevi le 4 di mattina in discoteca.

19. Per quanto tu possa prepararti, non lo sarai mai abbastanza

Cercare di prepararsi a cosa ci aspetta è un ottimo sistema per affrontare nel migliore dei modi la gravidanza e il parto: è giusto sapere a cosa si va incontro e a tutte le variabili che potrebbero presentarsi. Ma non diventateci matte: tanto, per quanto potete cercare di prepararvi al massimo, non arriverete mai al momento del travaglio pronte. Vivetevela un po’ come viene, che va bene anche così. Tra le cose che ho imparato sulla gravidanza, infatti, è la presa di consapevolezza che non puoi avere il controllo su tutto.

20. Impara ad avere pazienza

Gravidanza fa rima con pazienza. Con il vostro lavoro siete abituate a ottenere risposte o risultati nell’arco di pochi minuti o di una manciata di ore? Allenatevi all’idea di dover attendere qualche giorno o qualche settimana prima di ricevere risultati di analisi del sangue e referti di esami specifici. Ma dovrete imparare ad aspettare anche per sentire i primi calcetti o a vedere il fagiolino a rispondere ai vostri stimoli.

Queste sono solo alcune delle cose che ho imparato sulla gravidanza e a cui nessuno mi aveva preparato. E voi come avete vissuto queste 40 settimane di dolce attesa? Se doveste tornare indietro cosa vorreste sentirvi dire per prepararvi al meglio? Fatecelo sapere nello spazio dei commenti qui sotto.

3 thoughts on “Le 20 cose che ho imparato sulla gravidanza (e a cui nessuno mi aveva preparato)”

    1. Confermo! 🤣🤣🤣🤣🤣🤣🤣
      Penso potrei emozionarmi anche se mi dessero in mano una bolletta da pagare dicendomi “questa è per te!” 🤣🤣🤣🤣

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.